Come creare un calendario di contenuti (più un modello gratuito)

Creare un calendario di contenuti da zero è una di quelle attività che sembra molto più complicata di quanto non sia in realtà. Anche solo l’apertura di un foglio di calcolo Excel vuoto può sembrare travolgente. Per fortuna, a volte tutto ciò che serve per ottenere sulla strada giusta è un rapido how-to e un grande modello di avviamento, che è esattamente quello che abbiamo per voi qui.

In questo post, forniamo una guida per la costruzione di un calendario di contenuti, oltre a un modello gratuito per l’anno.

La definizione di un calendario di contenuti

Prima di passare al calendario dei nostri contenuti, parliamo di cosa sia effettivamente un calendario di contenuti e di alcuni requisiti di base per il successo.

Definiamo un calendario dei contenuti come una risorsa condivisibile che i team possono utilizzare per pianificare tutte le attività dei contenuti. Ciò consente di visualizzare come il contenuto viene distribuito durante tutto l’anno. Preferiamo un formato basato sul calendario, invece di creare solo una lunga lista di contenuti da pubblicare, perché viene fornito con diversi vantaggi:

  • Ottieni l’allineamento inter-e cross-department: informa tutti su ciò che viene pubblicato, quando e dove, quindi non ci sono sorprese o duplicazioni di sforzi.
  • Ottenere una vista di 50.000 piedi di contenuti: Creare una visione chiara di come il contenuto viene distribuito durante tutto l’anno.
  • Identifica le pietre miliari del contenuto: pianifica il contenuto attorno a eventi chiave o date importanti.
  • Lacune contenuto spot: Acquisire un senso di ciò che il contenuto deve ancora essere pianificato, con un sacco di tempo di piombo per allineare più contenuti.
  • Informa il flusso di lavoro di creazione dei contenuti: Assicurati di avere i tuoi contenuti pronti in tempo per pubblicare effettivamente quando necessario.

La coerenza è follemente fondamentale per il successo dei contenuti. Sì, nuove idee sorprendenti e brillanti scintille di creatività aiutano, ma non possiamo fare affidamento solo su di loro. Sono troppo incoerenti e inaffidabili. Invece, tutti devono essere sulla stessa pagina con quale contenuto viene creato, oltre a dove e quando viene pubblicato. Deve essere fatto su base regolare e continuativa. È proprio qui che entrano in gioco i calendari dei contenuti.

Più avanti pianifichi, più sarai posizionato per produrre un flusso coerente di contenuti.

I 4 Tasti per il Contenuto Calendario Successo

Se avete intenzione di contenuti su un settimanale, mensile o trimestrale, a seconda di quanto velocemente il vostro settore o organizzazione si muove, ci sono diversi universale chiavi contenuto calendario successo:

  1. Aprire i calendari per tutti: Mentre non tutti dovrebbero avere la possibilità di modificare un master contenuto calendario, tutti dovrebbero almeno sapere dove il contenuto del calendario è situato e dispone di accesso di visualizzazione.
  2. Iterate costantemente: un calendario dei contenuti è un documento vivente e respirante, e dovrebbe cambiare e crescere come i tuoi contenuti hanno bisogno di fare.
  3. Non c’è un modo giusto per calendarizzare i tuoi contenuti: ci sono un milione di metodi, modelli e approcci diversi da adottare. Ti stiamo fornendo un modello di base e un processo collaudato che usiamo per noi stessi e convinciamo & Convertire i client, ma dovresti anche giocare con l’approccio e modificare gli elementi, se necessario. Ci armeggiamo sempre.
  4. Crea un repository di contenuti: Non rimanere bloccati su idee che non è possibile implementare immediatamente e non rimanere bloccati sulle idee “non saremo mai in grado di farlo”. Invece, creare un repository di idee di contenuto che è possibile attingere quando necessario.

Fantastico! Ora che abbiamo tutto questo fuori strada, andiamo alle cose buone: calendaring tutti i nostri contenuti sorprendenti.

Come costruire il tuo calendario dei contenuti in 3 semplici passaggi

Passo 1: Inizia con le risorse di contenuto esistenti

C’è molta attenzione alla creazione di nuovi contenuti quando dovremmo davvero concentrarci sulla creazione di più con meno. Di solito non è necessario produrre tutti i tuoi contenuti da zero poiché spesso lasciamo cumuli di contenuti preziosi in giro.

Invece, inizia prendendo nota di tutti i tuoi contenuti o risorse esistenti per vedere cosa può essere riproposto e remixato. Ad esempio:

  • Slide decks: riutilizzarli come video, post di blog o slide decks da asporto.
  • Dati o ricerche di prima mano: fintanto che utilizzi tali dati in modo sicuro e in modo etico, sfrutta i tuoi dati o ricerche per creare infografiche o notizie.
  • Colleghi e collaboratori: L’esperienza dei tuoi colleghi può essere sfruttato per video, audio o interviste trascritte.
  • Whitepaper o report: rompere pezzi di grandi contenuti in una serie di post di blog o take away sociali. Chiamiamo questo contenuto atomizzazione, che ci immergeremo in solo un po’.
  • Vecchi post del blog: apportare modifiche minori e aggiornare con nuove informazioni. Se sono tutti sullo stesso argomento, combinarli in un uber-post o whitepaper, che è un processo che chiamiamo atomizzazione inversa.

Riproporre le risorse di contenuto toglie un po ‘ della fatica di dover inventare un milione di nuove idee di contenuti. Ti aiuta anche a colmare in modo efficiente le lacune nel tuo programma di contenuti. Una singola risorsa di contenuto può anche spesso dare origine a diversi pezzi di contenuto, che ci riferiamo a come atomizzazione dei contenuti. È il processo di prendere un grande pezzo di contenuto e girarlo in otto pezzi più piccoli di contenuto. Ad esempio, un’infografica può supportare un post sul blog che analizza l’integrità dei dati su cui è stata basata. Si potrebbe anche includere un video che spiega le ramificazioni più ampie dei suoi risultati-così via e così via.

L’atomizzazione dei contenuti diventerà il tuo migliore amico quando si tratta di calendario dei contenuti, quindi conosci un po ‘ di più su di esso, oltre a ottenere esempi sorprendenti e ispirazione qui: 49 Tattiche per atomizzare il tuo Content Marketing.

Passo 2: Identificare e creare i tuoi spettacoli di contenuti

Se non hai familiarità con il concetto di Jay Baer di creare spettacoli di contenuti, puoi leggere il suo post approfondito sugli spettacoli di contenuti. Se hai già familiarità o vuoi solo i punti salienti, i marketer dei contenuti devono iniziare a pensare come reti televisive e creare spettacoli di contenuti. In breve, questi spettacoli di contenuti diventano iniziative prevedibili e costanti su cui il nostro pubblico può contare e riconoscere. In realtà, questi spettacoli sono qualcosa che in realtà non vedono l’ora di.

Content marketing hanno bisogno di iniziare a pensare come reti televisive e creare spettacoli di contenuti. Clicca per Tweet

Ci sono 3 tipi di spettacoli è necessario identificare all’interno del contenuto:

Spettacoli Binge-degno: Questi spettacoli sono grandi, iniziative di contenuti in corso costante che hanno lo stesso tema e formato. Dovrebbero indirizzare almeno due pubblici, altrimenti hey non vale il tempo o lo sforzo di produrre. Questi sono spesso podcast, serie di video, serie di webinar, white paper, report, ecc. Dovresti essere in grado di eseguire questo spettacolo almeno due volte al mese. Questi anche ottenere collegato al calendario prima.

Esempio di spettacolo Binge-degno: Sono un grande fan di Retro Replay, un relativamente nuovo show settimanale di YouTube che contrappone due dei più noti doppiatori di videogiochi di oggi ad alcuni dei videogiochi più difficili e/o nostalgici del passato. Si premiers vivere ogni Giovedi alle 4: 00 pm PT e include una chat dal vivo con i padroni di casa. Oltre ad essere super divertente da guardare, questo spettacolo è anche un fantastico caso di studio per quello che un vero spettacolo binge-degno assomiglia e per come costruire e coinvolgere con un pubblico. Seriamente, dai un’occhiata.

Spettacoli una tantum: Questi spettacoli sono speciali spettacoli trimestrali o annuali che attaccano un importante punto di dolore del cliente o un argomento. Anche se sono meno frequenti nella cadenza di spettacoli binge-degno, sono ancora abbastanza grandi pezzi di contenuto. Pensa a white paper, documenti di ricerca, concorsi, campagne di contenuti generati dagli utenti, ecc. Questi non devono avere lo stesso livello di coerenza, ma dovrebbero comunque essere in linea con il tuo marchio, voce e tono.

One-time show example: Chi non ama i benchmark annuali di CMI, i budget e il rapporto sulle tendenze?! Questo rapporto annuale è pieno zeppo di bontà. Anche se il report varia leggermente nel design e nel layout ogni anno, è abbastanza coerente che il pubblico sappia esattamente cosa aspettarsi.

Programmazione regolarmente programmata: questi spettacoli sono iniziative di contenuto in corso che completano il tuo calendario e non devono necessariamente connettersi completamente o essere coerenti al 100% nel tema. Come nel caso dei post del blog, possono avere un autore, un argomento o un formato diverso, a seconda del contenuto, ma si collegano sempre alla strategia dei contenuti e hanno in mente almeno un pubblico chiaro. Pensate a loro come quello che un locale nightly news show è a qualsiasi grande rete televisiva.

Esempio di programma regolarmente programmato: Convinci& Il blog di Convert è la nostra versione della programmazione regolarmente programmata. Abbiamo il nostro settimanale SULLA newsletter (spettacolo binge-degno) e i nostri grandi corsi di masterclass (spettacoli una tantum), e poi abbiamo il nostro blog per aiutare a completare il calendario e fornire informazioni in corso (programmazione regolarmente programmata).

È importante notare che molto probabilmente hai già spettacoli di contenuti nelle tue risorse di contenuto esistenti, quindi controlla prima il tuo inventario. Potrebbe essere solo una questione di girare le risorse in modo un po ‘ diverso, dando loro un titolo ufficiale o collegandole in modi più coerenti.

Se non hai spettacoli nelle tue risorse di contenuti esistenti o hai bisogno di più spettacoli per completare il tuo calendario, ti consigliamo di concentrarti sulla creazione di nuovi spettacoli di contenuti.

Fase 3: Pianifica, pianifica, pubblica, promuovi, traccia e modifica i tuoi contenuti

Le riunioni di pianificazione editoriale regolari tra tutti coloro che sono coinvolti nella creazione di contenuti dovrebbero essere programmate ben prima del prossimo periodo di pubblicazione, sia esso mensile o trimestrale. Questa riunione può essere utilizzata per pianificare il contenuto di pubblicazione dal repository con intervalli di tempo realistici e per supportare l’attività dei social media, le inclusioni di newsletter via email, ecc.

Le tue riunioni di pianificazione possono anche essere utilizzate per rivedere le statistiche di visita, coinvolgimento e entrate (se disponibili) dei periodi precedenti per valutare quali tipi di contenuti hanno più successo (e forse devono essere replicati) e quali hanno meno successo (e forse devono essere ripensati).

L’analisi (sia web che social) e i dati sulle entrate possono anche essere utilizzati per apportare modifiche ai contenuti già pubblicati (ad esempio titoli, introduzioni, link in uscita, ecc.) per ottimizzare visite e coinvolgimento.

Il tuo modello di calendario di contenuti gratuiti (file Excel o PDF)

Abbiamo fornito un calendario di contenuti di base da utilizzare. Mentre ci sono un sacco di incredibili e meravigliose piattaforme e strumenti per il calendario dei contenuti, abbiamo optato per un foglio di calcolo Excel. Questo perché è un ottimo punto di partenza, facile da modificare e modificare, e quasi tutti hanno la possibilità di aprire il file.

Accedi ora al modello di calendario dei contenuti>

Per aggiungere i tuoi contenuti al calendario e ottenere il massimo dai tuoi contenuti:

  1. Inizia con spettacoli binge-worthy: Aggiungi questi nel tuo calendario prima e assicurati di prestare attenzione a qualsiasi data chiave o grandi eventi.
  2. Aggiungi i tuoi speciali di una volta: fai attenzione a come si sovrappongono o completano i tuoi spettacoli binge-worthy.
  3. Completalo con la programmazione regolarmente programmata: Ultimo, ma sicuramente non meno importante, aggiungi la tua programmazione regolarmente programmata. Questi dovrebbero aiutare a colmare eventuali lacune nella cadenza e mantenere il contenuto coerente.
  4. Aggiungi contenuto al repository di contenuti: non hai un posto nel calendario per alcune grandi idee? Aggiungilo al repository. Lasciate che questa sia la vostra soluzione di storage per grandi idee e controllare di nuovo su di esso spesso.

Questo è tutto! Ora puoi modificarlo e aggiornarlo, se necessario. La parte di calendario attuale è piuttosto veloce, una volta stabiliti i tuoi spettacoli. Ora, portare questo alle vostre riunioni editoriali e assicurarsi di tenere sotto controllo come il contenuto sta eseguendo, in modo da poter regolare il flusso di pubblicazione e l’ideazione dei contenuti, se necessario. Buon calendario!

Questo post è stato originariamente scritto da Jamie Griffiths nel 2014 e ampiamente aggiornato da Anna Hrach, Digital Strategist qui a Convinci& Convert, nel 2019.