Consigliere per la sicurezza nazionale

Che cos’è il consigliere per la sicurezza nazionale?

Il consigliere per la sicurezza nazionale (NSA) è il coordinatore centrale e consigliere del primo ministro e del gabinetto per la sicurezza, l’intelligence, la difesa e alcune questioni di politica estera. Hanno sede nell’ufficio di Gabinetto e lavorano tra i dipartimenti per riunire una strategia di sicurezza nazionale coerente che si adatti alle priorità del governo.

Chi è il consigliere per la sicurezza nazionale?

L’attuale NSA è Lord (David) Frost, che ha preso il posto di Sir Mark Sedwill dopo le sue dimissioni nel settembre 2020. Tuttavia, David Frost è anche il capo negoziatore Brexit, e si concentrerà su questo ruolo fino alla conclusione dei negoziati. Come tale, David Quarrey, uno dei tre vice consiglieri per la sicurezza nazionale è stato il consigliere per la sicurezza nazionale ad interim dal 16 settembre fino a quando David Frost può prendere in consegna.

Tutte e quattro le ANS sono state finora nomine di servizio civile da parte del primo ministro, e David Quarrey è anche un funzionario pubblico. David Frost, scelto da Boris Johnson, sarà il primo appuntamento politico per il ruolo. Non è chiaro fino a che punto le responsabilità cambieranno quando David Frost assumerà il ruolo. È stato nominato ambasciatore, ma in qualità di incaricato politico non ci si aspetterebbe che gestisse direttamente i dipendenti pubblici.

Come viene nominato il consigliere per la sicurezza nazionale?

Non esiste un processo standard per la nomina di consulenti per la sicurezza nazionale. Le precedenti nomine sono state fatte dal primo ministro senza un concorso aperto.

Tutte e quattro le ANS sono state finora nomine di servizio civile da parte del primo ministro, ma David Frost, scelto da Boris Johnson, è il primo incarico politico per il ruolo.

Cosa fa il consigliere per la sicurezza nazionale?

La NSA lavora a stretto contatto con il primo ministro per fornire consulenza su un approccio coerente alla politica di sicurezza nazionale e la risposta del governo alle grandi crisi.

David Frost era un appuntamento diretto dalla Regina su consiglio del primo ministro.

Quali sono il Consiglio di Sicurezza Nazionale e il Segretariato per la Sicurezza nazionale?

Il Consiglio di sicurezza nazionale è un comitato di gabinetto che coordina le decisioni politiche tra i dipartimenti, coinvolgendo “sicurezza nazionale, politica estera, difesa, relazioni internazionali e sviluppo, resilienza, sicurezza energetica e delle risorse”.

Il Consiglio di Sicurezza Nazionale è supportato dal Segretariato per la sicurezza nazionale. Il segretariato è attualmente guidato dal consigliere per la sicurezza nazionale e coordina i preparativi cross-Whitehall per le riunioni settimanali del Consiglio di sicurezza nazionale e l’attuazione delle decisioni. Questo include lavorare con il primo ministro e dipartimenti governativi per impostare l’ordine del giorno della riunione, fornendo consigli per informare la discussione e minuting decisioni prese.

La NSA ha finora presieduto il Gruppo dei funzionari del Consiglio di sicurezza nazionale, che riunisce i segretari permanenti dei dipartimenti rappresentati nel Consiglio ministeriale di sicurezza nazionale. Qui possono coordinare i dettagli con i capi delle agenzie di intelligence e seguire le decisioni prese in seno al consiglio.

Quale ruolo svolge il consigliere per la sicurezza nazionale nelle revisioni della sicurezza e della difesa?

La NSA conduce e coordina le revisioni di sicurezza e difesa che valutano i futuri interessi strategici della Gran Bretagna e le esigenze dei sistemi militari e di intelligence per raggiungere questi obiettivi. Ci sono state revisioni condotte in 2010 e 2015 e il nuovo governo ha espresso la sua intenzione di condurre una revisione della sicurezza e della difesa in 2020 nel discorso della regina di dicembre 2019.

Qual è il rapporto del consigliere per la sicurezza nazionale con le agenzie di intelligence britanniche e gli alleati internazionali?

La NSA è stata anche, fino ad ora, responsabile della gestione della linea dei capi delle agenzie di intelligence – MI5, MI6 e GCHQ.

La NSA deve anche costruire strette relazioni internazionali con gli alleati. Ciò è particolarmente importante con le controparti internazionali dei membri dell’accordo di condivisione dell’intelligence “Five Eyes” (di cui il Regno Unito fa parte insieme a Stati Uniti, Canada, Australia e Nuova Zelanda) e altri membri del G7.

Il consigliere per la sicurezza nazionale agisce da solo?

N. La NSA è assistita nel loro ruolo da due o tre vice consiglieri per la sicurezza nazionale. I deputati si concentreranno su aree politiche specifiche, a cui spesso apportano notevoli competenze. Per esempio, Julian Miller aveva esperienza nel Ministero della Difesa, e come vice NSA sotto Kim Darroch, aveva la responsabilità specifica per le questioni di difesa nel Segretariato per la sicurezza nazionale.

Il consigliere per la sicurezza nazionale era stato responsabile per il conflitto, la stabilità e la sicurezza del fondo, ma dal 2017 ruolo è stato passato al vice NSA .

La delega delle responsabilità ai deputati della NSA è diventata sempre più importante dal 2018, quando Mark Sedwill come consigliere per la sicurezza nazionale ha combinato il ruolo della NSA con il segretario di gabinetto e il capo del servizio civile domestico. Ciò ha portato ad accuse che non era in grado di dare al ruolo la sua piena attenzione.

Quando è stato creato il posto di consigliere per la sicurezza nazionale?

Il posto di NSA è stato creato da David Cameron nel 2010 nello stesso momento in cui è stato istituito il Consiglio di sicurezza Nazionale. È stato formato per rafforzare la capacità di coordinamento all’interno del centro di governo sulla sicurezza nazionale.

L’NSA ha combinato funzioni di consulenza e coordinamento preesistenti per fornire un canale più mirato per la consulenza sulla sicurezza. Ciò includeva ruoli precedentemente svolti dal consigliere del primo ministro per la politica estera, dal capo del Segretariato per la politica estera e di difesa, dal coordinatore dell’intelligence del primo ministro e da alcuni compiti precedentemente supervisionati dal segretario di gabinetto e dal presidente del Comitato di intelligence congiunto.

Come è tenuto a rendere conto il consigliere per la sicurezza nazionale?

In base al principio della responsabilità ministeriale, sono i ministri del governo a rendere conto al parlamento delle azioni del governo, comprese quelle dei funzionari e dei consulenti speciali che lavorano per loro. L’NSA risponde al primo ministro.

Ma come altri alti funzionari, la NSA può comparire davanti alle commissioni parlamentari selezionate a loro volta per rispondere alle domande sul loro lavoro. I comitati selezionati che esaminano il lavoro della NSA sono il Comitato ristretto per la difesa e il Comitato misto sulla strategia di sicurezza nazionale.

Il Comitato di Intelligence e sicurezza esamina anche il lavoro della NSA e del Segretariato per la sicurezza nazionale. Questo organo non è un comitato ristretto, ma un comitato statutario istituito dal parlamento per supervisionare il lavoro delle agenzie di intelligence del Regno Unito e il loro coordinamento nell’ufficio di Gabinetto. Questa commissione ha più accesso a informazioni di sicurezza sensibili rispetto a commissioni selezionate, ma riferisce direttamente al primo ministro piuttosto che al parlamento.