Office of Institutional Equity and Diversity (OIED)

Durante il periodo di commento per la bozza di lavoro iniziale di Pathways to Diversity and Inclusion: An Action Plan for Brown University (condivisa con la comunità Brown il 19 novembre 2015), ci sono state 62 osservazioni, modifiche, commenti, ecc. nella categoria di inclusione (vedere la sezione Proposte ricevute che elenca i contributi). L’appendice D del DIAP finale riassume come l’Università ha affrontato questo input nelle revisioni finali del DIAP.

Strettamente legato alla questione dell’inclusività, i feedback / commenti in questa categoria si sono concentrati su come definiamo la diversità e sulle importanti implicazioni di questa definizione sui piani di crescita e di finanziamento delineati nel DIAP.

C’era tensione tra le richieste di una definizione ampia e ristretta di diversità in quanto si riferisce a termini come “ABBRACCIO” (gruppi storicamente sottorappresentati), “studenti di colore” e “minoranza.”Ci sono state numerose richieste di disaggregare i dati attuali su asiatici, personale di minoranza e neri americani contro neri africani.

Le proposte ricevute: Definire la diversità

  • Includono tutte le facoltà asiatiche americane come “ABBRACCIO” all’interno delle scienze umane, delle scienze sociali e delle arti.
  • Rendere disponibili al pubblico i dati disaggregati relativi a razza, etnia e nazionalità insieme ad altre informazioni demografiche degli studenti.
  • Riconoscono ufficialmente gli studenti del Sud-ovest asiatico e del Nord Africa (SWANA) come un gruppo razziale/etnico storicamente sottorappresentato in tutte le future indagini demografiche universitarie.
  • Disaggregare i dati nella categoria Asian / Asian American e Pacific Islander per affrontare la sottorappresentazione degli studenti Hmong, del Sud-est asiatico e delle isole del Pacifico.
  • Disaggregare la categoria di Asian American faculty e pubblicare i dati raccolti al fine di affrontare sottorappresentazione del Sud e Sud-est asiatico facoltà in tutte le discipline.
  • Includere l’età come categoria di discriminazione.
  • Includere gli studenti mediorientali/arabi nella categoria degli studenti di colore e includere “arabo americano” come categoria quando si raccolgono dati demografici.
  • Espandi la definizione di ABBRACCIO per includere studenti di prima generazione e a basso reddito, indipendentemente da razza, etnia o background.
  • Raccogliere dati sulla razza e l’etnia di studiosi post-dottorato.
  • Includere la religione nella definizione di diversità.
  • Includere Narragansett, Wampanoag, Capo Verde, portoghese/Azzorre, e membri della comunità cambogiana nella definizione HUG.
  • Includere lo stato di veterano nella definizione di diversità.
  • Includere lo stato di disabilità nella definizione di diversità.