Pemberton, John Stith

Il farmacista americano John Stith Pemberton (1831-1888) è stato l’inventore della Coca-Cola.

Pemberton non era un armeggiatore dilettante. Era uno dei farmacisti e chimici di maggior successo del suo tempo ad Atlanta, in Georgia, e aveva creato diversi prodotti ampiamente distribuiti prima di iniziare a lavorare sulla sua idea di cola. Coca-Cola, inoltre, ha avuto un famoso predecessore europeo; non è emerso in un momento di serendipità nel laboratorio di Pemberton. “A volte è ritratto come un uomo di medicina errante”, ha detto il ricercatore Monroe Martin King a Jack Hayes di Nation’s Restaurant News. “Ma il dottor Pemberton ha lavorato in un laboratorio completamente attrezzato e ha affermato di produrre ogni preparazione chimica e farmaceutica utilizzata nelle arti e nelle scienze.”Nonostante le sue altre realizzazioni, tuttavia, Pemberton sarebbe probabilmente dimenticato oggi se non fosse per la sua connessione con la bevanda onnipresente in seguito soprannominata la pausa che rinfresca.

Si formò come “Steam Doctor”

John Stith Pemberton nacque l’ 8 gennaio 1831, nella piccola città di Knoxville, in Georgia, vicino a Macon, ma crebbe principalmente a Roma, nelle colline appalachiane della Georgia, e lì frequentò le scuole. Suo padre, James Clifford Pemberton, era originario della Carolina del Nord. Pemberton tornò a Macon per iscriversi al Reform Medical College of Georgia, seguendo corsi di farmacia e medicina. Fu addestrato come un cosiddetto medico del vapore in un sistema ideato dal medico ed erborista del Massachusetts Samuel Thomson—un sistema che si basava su trattamenti a base di erbe e bagni di vapore che, si credeva, avrebbero aiutato i pazienti a liberarsi della malattia sudando pesantemente. Farmacia e la pratica della medicina sovrapposti notevolmente in quel sistema e in molti degli altri nuovi metodi medici del XIX secolo. Si è laureato a Macon all’età di 19 anni.

Più tardi Pemberton acquisì una laurea in farmacia più convenzionale, forse a Philadelphia. Nei primi anni 1850 Pemberton ha lanciato una carriera medico-chirurgica a Roma. Sposò Ann Eliza Clifford Lewis, una studentessa del Macon’s Wesleyan College, e la coppia si trasferì a Columbus, in Georgia, nel 1853. Ebbero un figlio, Charles, nato l’anno seguente. Sempre alla ricerca di opportunità finanziarie più grandi di quelle disponibili per un farmacista medio di piccole città, ha aperto un’attività all’ingrosso e al dettaglio che vende le materie prime per i rimedi farmaceutici venduti nei negozi di farmacia e negli ambienti di vendita al dettaglio meno formali, come gli spettacoli di medicina, in tutto il sud.

Dopo lo scoppio della guerra civile, Pemberton si arruolò nell’esercito della Confederazione nel maggio del 1862 e fu nominato primo tenente. Organizzò il Terzo battaglione di cavalleria della Georgia per la difesa di Colombo e raggiunse il grado di tenente colonnello. Pemberton era direttamente in linea di fuoco quando le truppe dell’Unione sotto il generale James Wilson attaccarono Colombo la domenica di Pasqua del 1865, e subì ferite da arma da fuoco e da spada nella battaglia. Pemberton, come molti altri veterani della guerra civile, si pensa che sia diventato dipendente dalla morfina dopo averlo usato per il controllo del dolore mentre si riprendeva da queste ferite.

Dopo la fine della guerra Pemberton formò una partnership con il medico di Columbus Austin Walker. Ha ampliato il suo laboratorio con l’obiettivo di ideare nuovi prodotti e vendere medicinali e forniture fotografiche. Si ramificò in cosmetici, trovando il successo con un profumo chiamato Sweet Southern Bouquet. Nel 1869 Pemberton era pronto a unire le forze con i maggiori investitori di Atlanta, formando la società di Pemberton, Wilson, Taylor and Company. Si trasferì ad Atlanta nel 1870 con la sua famiglia e cominciò a farsi un nome nella crescente istituzione medica della città, servendo come fiduciario dell’Atlanta Medical College (il predecessore dell’odierna Emory University Medical School). I laboratori di Pemberton erano state-of-the-art, e rimangono in uso oggi come un impianto di test chimici del suolo e delle colture per il Dipartimento dell’Agricoltura della Georgia.

Miscela di cocaina-Vino commercializzata

Tra i prodotti di successo che Pemberton lanciò ad Atlanta nel 1885 c’era una bevanda che chiamò Pemberton’s French Wine Coca. Il prodotto conteneva foglie di coca dal Sud America, che erano precursori della cocaina, e Pemberton fatturava la bevanda, che veniva servita ai banchi della farmacia, come tonico nervoso, un aiuto mentale, un rimedio per il mal di testa e una cura per la dipendenza da morfina. Non sorprende, ha venduto bene. Egli ammise ad un intervistatore del giornale di Atlanta di aver basato il vino francese Coca di Pemberton su un prodotto italo-francese, il Vin Mariani, che conteneva una miscela vino-coca simile e aveva ottenuto l’approvazione di non meno august un personaggio di papa Leone XIII (che aveva accettato l’uso della sua immagine nella pubblicità per la bevanda). L’innovazione di Pemberton è stata quella di aggiungere estratti da altre piante tropicali: la noce di cola contenente caffeina prodotta da un genere di alberi africani e damiana, una foglia arbustiva centroamericana che ha proprietà afrodisiache.

Il vino francese Coca di Pemberton iniziò ad evolversi in Coca-Cola quando la discussione sul divieto di alcol iniziò a circolare all’interno del governo della città di Atlanta nel 1886 (alla fine fu implementato ma durò solo un anno). Preoccupato che il suo nuovo prodotto popolare potrebbe presto essere messo fuori legge, Pemberton immerso in un nuovo ciclo di sperimentazione nella sua casa di Marietta Street ad Atlanta, utilizzando un laboratorio domestico dove avrebbe lavorato a tutte le ore della notte. Ha ideato un apparecchio di miscelazione e filtro di dimensioni industriali che passava dal secondo piano della casa attraverso il pavimento al livello del suolo. Campioni dei suoi nuovi sciroppi senza alcool sono stati inviati alle farmacie locali per i test, con i nipoti di Pemberton assegnati a riferire sulle reazioni dei clienti. Una svolta chiave si è verificata quando Pemberton ha avuto l’idea di aggiungere acido citrico per contrastare la dolcezza dello sciroppo a base di zucchero.

Nel maggio del 1886 Pemberton era pronto con la sua formula finale, che fu messa in vendita sotto forma di sciroppo presso la Jacob Pharmacy di Atlanta. L’idea di imbottigliarlo arrivò solo nel 1894; all’inizio era uno sciroppo servito al bancone, mescolato con acqua per creare una bevanda con un prezzo al dettaglio di cinque centesimi. Un impiegato di farmacia sconosciuto ha fatto una brillante raffinatezza quando ha scoperto che aveva a portata di mano l’acqua gassata e ha chiesto a un cliente se poteva usarlo al posto dell’acqua naturale. Pemberton formò una nuova Pemberton Chemical Company per commercializzare la sua nuova bevanda, mettendo suo figlio, Charles (che in seguito morì per le devastazioni della morfina), a capo della produzione. Fu il contabile di Pemberton Frank Robinson, che era anche uno dei suoi partner nel nuovo business, che inventò il nome Coca-Cola, riferendosi ai due principi attivi della bevanda, e ideò l’antico logo dello script ancora in uso oggi.

Le vendite del primo anno di $50

Le vendite totali di Coca-Cola per il primo anno di attività erano solo $50—un fallimento nel punto di vista di Pemberton, perché aveva speso 7 70 sulle forniture. Ma Robinson credeva che l “esposizione era tutto ciò che era necessario e persuase Pemberton di dedicare un budget di marketing significativo per contribuire a diffondere il nuovo intruglio, dando via buoni drink gratuiti e pubblicità Coca-Cola intorno Atlanta con striscioni, cartelli tram, e conservare tende blasonate con il messaggio” Bere Coca-Cola.”Presto il prodotto si stava diffondendo in tutta la città, e Pemberton era convinto che fosse sulla buona strada per la popolarità nazionale.

Pemberton, tuttavia, non ha vissuto per raccogliere i profitti dalla sua invenzione. Affetto da cancro allo stomaco, vendette progressivamente i due terzi del suo interesse per l’azienda ad altri investitori, tra cui il farmacista trapiantato del Nord Asa G. Candler, mentre le sue condizioni peggioravano. Ne conservò un terzo per suo figlio. Negli ultimi mesi della sua vita si trascinò ripetutamente nel suo laboratorio alla ricerca di ulteriori miglioramenti alla formula Coca-Cola, convinto che l’estratto di sedano fosse la chiave per un gusto ancora più attraente. Pemberton morì il 16 agosto 1888, lasciando la moglie in una difficile situazione finanziaria. Una lotta per il controllo della Coca-Cola seguì la sua morte; le macchinazioni finanziarie che si verificarono furono torbide, con i diritti sia sul nome Coca-Cola che sulla formula per la bevanda in discussione, e non è mai stato del tutto chiaro come Asa Candler, che era responsabile della crescita della Coca-Cola negli 1890, strappò il controllo della società da Charles Pemberton e dagli altri investitori. Nel 1905 le foglie fresche di coca erano state rimosse dalla Coca-Cola (contiene ancora foglie di coca esaurite, la parte della pianta rimasta dopo l’estrazione della cocaina), e nel 1930 la bevanda era un appuntamento fisso della vita americana.

Libri

Hays, Constance L., The Real Thing: Truth and Power at the Coca-Cola Company, Random House, 2004.

Pendergrast, Mark, For God, Country e Coca-Cola: la storia definitiva della Grande Bibita americana e dell’azienda che la Produce, 2d ed., Basic Books, 2000.

Periodici

Nation’s Restaurant News, febbraio 1996.

Online

“The Chronicle of Coca-Cola,” Coca-Cola Company, http://www.thecoca-colacompany.com/heritage/chronicle_birth_refreshing_idea.html (11 febbraio 2008).

“Una storia di Coca-Cola”, Contenuto associato, http://www.associatedcontent.com/article/37117/a_history_of_cocacola.html (11 febbraio 2008).

“John Stith Pemberton,” articolo originariamente pubblicato in Business Heroes Newsletter (luglio 1998),http://www.cocaine.org/coca-cola/index.html (11 febbraio 2008).

“John Stith Pemberton (1831-1888),” New Georgia Encyclopedia,http://www.georgiaencyclopedia.com (11 febbraio 2008).